Ambiente, sicurezza, collettività

Ambiente

Amici, parlare di ambiente a Conversano è come parlare di salsedine a chi vive sul mare…Ahinoi c’è tanto da dire e tanto lavoro da fare. Abbiamo l’annosa situazione legata al sito della discarica, per anni argomento di campagna elettorale più che di reali e concrete risposte date alla città. Per anni abbiamo subito lo sversamento di rifiuti da ogni dove; ora è in atto un processo per disastro ambientale, (già questo capo di imputazione la dice lunga), venuto fuori all’indomani della denuncia di un ex dipendente dell’azienda che all’epoca dei fatti gestiva quel sito, ossia la Lombardi Ecologia. Il mio impegno in materia sarà duplice; saranno adottati idonei sistemi di controllo, anche a distanza, relativamente ai mezzi che entrano in discarica ed al peso dei rifiuti sversati/conferiti che ad oggi il dato che fa fede è solo quello che l’azienda trasmette al comune; inoltre con l’ausilio della tecnologia si monitorerà quotidianamente la gestione del rifiuto che dal nostro comune e non solo raggiunge Contrada Martucci. Mi impegnerò, a trovare ogni idonea soluzione al fine di valutare il livello di inquinamento presente in discarica e nelle aree circostanzi, senza tralasciare le falde acquifere, fonte di approvvigionamento delle acque per l’irrigazione dei campi coltivati, nella vasta zona che, seguendo i reticoli fluviali partono dall’area di discarica e si irradiano verso valle. Lo si farà in collaborazione con gli Enti e le Autorità preposte ai controlli, ma anche attraverso collaborazione con studi di analisi privati riconosciuti e certificati. Il monitoraggio deve essere costante e continuo. Altro argomento di cui ci occuperemo sin da subito è relativo all’inquinamento elettromagnetico, verificando che le varie antenne posizionate in città non emettano radiazioni superiori rispetto ai limiti consentiti dalla legge. Per ambiente si intende anche la cura e la manutenzione delle aree verdi pubbliche, la pulizia delle strade di città e quelle rurali. Si provvederà a monitorare i siti oggetto, oggi, di deposito selvaggio ed abusivo di rifiuti normali e speciali. Per fare ciò sarà importante avere un ufficio ambiente che controlli il giusto operato dell’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti, così come sarà importante appostare delle economie da spendere per la pulizia delle strade, giardini, e ogni spazio pubblico oggi infestato dalle erbacce, animali nocivi e abbandono selvaggio.

Sicurezza

La sicurezza stradale oggi è messa a serio rischio vista l’enormità ed l’infinità di buche presenti sulle strade di Conversano sia in ambito urbano che extraurbano. Quelle buche, oltre a danneggiare le auto (sono continua fonte di richieste di risarcimento danni e contenziosi vari), rappresentano un reale pericolo sia per i pedoni, che per chi circola sulle due ruote (moto e bici). Una moto che si “imbuca” in una delle tante voragini rappresenta un pericolo concreto per se e per gli altri. Pertanto bisognerà provvedere immediatamente alla sistemazione delle buche stradali, verificando che i lavori vengano fatti con materiali innovativi, durevoli e soprattutto a regola d’arte.
Per la sicurezza dei cittadini provvederemo, disponibilità economiche permettendo, a migliorare il sistema di illuminazione stradale sulle direttrici di accesso ed uscita dal paese, a portare l’illuminazione pubblica nelle zone che ancora oggi sono al buio, ad istallare nuovi e funzionanti sistemi di videosorveglianza che devono essere tenuti sotto controllo costante. Contestualmente si adotteranno tutte le misure possibili per il potenziamento del comando di Polizia Locale. Sarà avviato un piano per il continuo e collaborativo dialogo con le forze di polizia presenti sul territorio coinvolgendo come attori attivi anche con gli istituti di vigilanza privata presenti in Conversano, atteso che attraverso la loro preziosa collaborazione si cercherà di attuare un sistema di prevenzione ormai indispensabile vista l’escalation dei reati predatori e non solo che stanno affliggendo il nostro paese. L’assessore al ramo avrà il compito di monitorare con attenzione e con cadenza quotidiana l’argomento in questione e dovrà confrontarsi con il sindaco e giunta al fine di adottare ogni idonea iniziativa, al fine di mettere i cittadini nelle migliori condizioni di sicurezza e garanzia qualora si appalesano eventuali rischi.

Collettività§

Sin d’ora mi impegno all’ascolto di tutti i cittadini di Conversano. Il comune diventerà un contenitore unico laddove le forze politiche, i dipendenti ed i cittadini, potranno dialogare e trovare soluzioni certe alle loro esigenze. Dobbiamo creare un nuovo spirito di collettività, uno spirito di unione, di uguaglianza e di rispetto dei diritti di ognuno. Particolare attenzione sarà riversata sui diversamente abili, sugli anziani e sui bambini. Questi non devono mai sentirsi soli. Dobbiamo creare le strutture ed infrastrutture affinché tutti possano sentirsi al centro. Una città che dialoga è una città che cresce. Lo stesso invito sarà fatto a tutti gli ordini di categoria, associazioni, sindacati. Questo progetto innovativo per la nostra Conversano parte dal principio che nessuno deve restare dietro e nessuno deve chiedere per cortesia una cosa che gli spetta di diritto .