Riordino Ospedaliero

Vigileremo attentamente sulle fasi dell’attuazione del piano di riordino ospedaliero e combatteremo affinché per il presidio di Conversano vengano rispettati tutti i punti del protocollo d’intesa tra Comune di Conversano, Regione Puglia e ASL, con particolare riferimento al Punto di Primo Intervento che non deve essere chiuso, ma anzi elevato a rango di Pronto Soccorso.

In data 10 aprile 2018 la giunta della regionale ha deliberato: “Rete di emergenza–urgenza territoriale-modifica ed integrazione della Dgr. n. 1933/2016”, approvata lo scorso martedì 10 aprile. Nella delibera in questione viene infatti stabilito che i 39 punti di primo intervento presenti sul territorio regionale dovranno essere riconvertiti in presidi medicalizzati del 118”. Ad essere coinvolto vi è anche il punto di Primo Intervento del F. Iaia di Conversano. Tale delibera è stata necessaria, a dire dei componenti della giunta regionale, per dare seguito al piano di riordino ospedaliero inviato ed accettato dal Ministero della Salute e, comunque, sempre in ottemperanza a quanto lo stesso Ministero ha chiesto a tutte le regioni italiane. A seguito della delibera e dal confronto tenutosi in giunta, la Regione Puglia ha diramato, successivamente, il seguente comunicato: “Venerdì 20 aprile alle ore 15.00, presso il Dipartimento regionale delle Politiche per la salute (via Gentile 52/Bari), il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano incontrerà, insieme con la struttura tecnica del Dipartimento delle Politiche per la Salute, i direttori generali delle sei Asl pugliesi per un ulteriore confronto sulla proposta di riordino dei Punti di Primo Intervento . Tanto si apprende da una nota stampa della Regione Puglia, con la quale viene resa nota la volontà del governatore, Michele Emiliano, di incontrare i direttori generali delle sei Asl pugliesi. La finalità dell’incontro, come specificato, è quella di aprire ad un confronto, in merito alla proposta di riordino dei Punti di primo Intervento.
Tale percorso sarebbe propedeutico all’organizzazione delle conferenze dei sindaci che si svolgeranno sui territori,- conclude la nota stampa – prima dell’ulteriore confronto con gli assessori che si svolgerà nuovamente nel corso di una Giunta ordinaria.
Ci auguriamo che il Commissario Prefettizio di Conversano partecipi a detti incontri e che sia consentito alle parti politiche del nostro territorio di potervi presenziare in rappresentanza della città, al fine di evidenziare con forza la differenza sostanziale che c’è tra il nostro comune e gli altri 38. Tale differenza è documentata dal fatto che nel 2012 fu redatto e sottoscritto un protocollo d’intesa tra il Comune di Conversano, la ASL e la Regione Puglia. Siccome detto protocollo è rimasto disatteso in tanti punti, riteniamo sia davvero giunto il momento di farlo rispettare nella sua interezza e dunque, anche, nella parte che riguarda il Punto di Primo Intervento. Se così non sarà ricorreremo a tutti gli strumenti possibili, ivi compreso il ricorso amministrativo presso il TAR di Puglia.
La salute dei cittadini va difesa, tutelata e garantita, senza la necessità di doversi confrontare con il tempo, con il traffico e con il rischio di non farcela nel tragitto che separa, il mal capitato concittadino, Conversano dal primo punto di soccorso utile .

Le forze della coalizione, Gente in Comune con Pasquale Gentile Sindaco.